Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena

navigation Chiama

newsletter n. 16 - 21 Marzo 2021

Elezioni

Insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine dei medici: Carlo Curatola presidente

Modena, 20 marzo 2021. A seguito delle elezioni svoltesi nei giorni scorsi si è insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Modena che ha eletto il Dott. Carlo Curatola, medico di famiglia, alla presidenza e la D.ssa Laura Casari, specialista oculista  vice presidente.
Sono stati inoltre eletti la D.ssa Letizia Angeli, medico di famiglia, alla segreteria e il Dott. Stefano Reggiani, prossimo Direttore Generale dell’Ospedale di Sassuolo, alla tesoreria.
Il presidente nel suo discorso di insediamento ha valorizzato il ruolo della presenza femminile nell’organo di governo della professione e ha sottolineato l’importanza di un ritrovato rapporto tra professionisti che operano nei vari ambiti della Sanità modenese.
Particolare rilevo il Dott. Curatola ha dato al rapporto con i cittadini, naturali interlocutori dei medici modenesi nel contesto di una sempre maggiore collaborazione con le istituzioni del territorio.
Ringrazio tutti i medici e gli odontoiatri che hanno partecipato al voto”. Sono state le prime parole di Carlo Curatola appena nominato Presidente, valorizzando l’alta affluenza alle urne dei colleghi . “I risultati premiano in blocco i contenuti di una squadra motivata, con una predisposizione naturale alla politica del fare. I medici che ci hanno scelto si aspettano un cambio di passo in termini di assunzione di  responsabilità nei confronti dei colleghi e della comunità. Al nostro consiglio è affidato il mandato di rappresentare tutte le anime della professione, nel rispetto delle Istituzioni, senza mai perdere di vista il bene dei cittadino.”
“Oltre i colleghi – commenta il neo Segretario dell’Ordine Letizia Angeli - voglio ringraziare tutto il personale che ha lavorato senza sosta in questi giorni, ma anche il presidente del seggio e gli scrutatori che, senza alcun imbarazzo, hanno governato per la prima volta uno scrutinio misto, cartaceo e telematico”

leggi