Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena

navigation Chiama

Newsletter 45 - 22 ottobre 2021

Newsletter Ordine dei Medici

 

 

 

 

Comunicato Stampa del 21 ottobre 2021

Controllo green pass nei reparti ospedalieri: fardello amministrativo riversato sulle spalle dei medici.
Curatola: ”I medici non possono sottrarre tempo alla cura dei pazienti per fare i controllori”.

A seguito della segnalazione giunta a livello nazionale a Fnomceo da Anaao-Assomed apprendiamo con stupore il verificarsi di un fenomeno che sembrerebbe diffuso in alcune strutture sanitarie del nostro Paese. Dal 15 ottobre i medici ospedalieri risulterebbero deputati al controllo dei green pass dei loro colleghi e a redigere i relativi verbali. Giungono anche da Modena segnalazioni di colleghi coinvolti in questo tipo di attività in ospedali e case di cura. Personale medico che, peraltro, dovrebbe essere tutto, da tempo, vaccinato e già sottoposto alle opportune verifiche a tal fine. “Ritengo veramente assurdo che i medici debbano fare i controllori nei confronti di colleghi che per legge, dovrebbero essere tutti vaccinati. Il controllo della validità dei green pass sia affidato al personale amministrativo! - afferma il presidente dell’Ordine dei medici di Modena Carlo Curatola- I medici non possono sottrarre tempo all’esercizio della professione e alla cura dei pazienti”. “Veniamo da anni in cui i medici ospedalieri lavorano sotto organico, a causa del blocco del turnover e alla carenza di risorse umane disponibili. Spesso le ferie e i riposi sono stati negati o inevasi in nome di quel senso del dovere che li contraddistingue e che merita rispetto e onore – continua il presidente- Non si possono chiedere adempimenti inappropriati che distolgano i professionisti dall’attenzione clinica e diagnostica. Il Covid ha triplicato i carichi di lavoro, ha allungato le liste d’attesa per visite, interventi e diagnosi sulle altre patologie”. “Questo nuovo e inappropriato compito dei medici che li investe del fardello della medicina amministrativa– conclude la vice presidente dell’Ordine dei medici di Modena Laura Casari- arriva in un momento in cui nelle strutture ospedaliere si sta progressivamente tornando alla normalità con la ripresa di tutte le attività di carattere diagnostico e chirurgico che occupano i medici oltre al lavoro quotidiano di reparto. I medici devono assolutamente dare priorità ai pazienti e non essere costretti ad esercitare “abusivamente” la professione di amministrativo. Tutelare la professione di chi esercita questo mestiere significa anche salvaguardarne la dignità dopo che per quasi 20 mesi hanno lottato giorno e notte contro un virus che ha sconvolto la vita dei cittadini della nostra provincia”.

 

Evento ECM organizzato da OMCeO: Modena 6 novembre 2021

Infodemia ed etica  dell’informazione:  un difficile connubio

L’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Modena, raccoglie la sfida di affrontare insieme ai colleghi modenesi, con l’ausilio della nostra Federazione Nazionale, di esperti della comunicazione, istituzioni e testimonianze dirette, questo tema con l’obiettivo di fare emergere le criticità tra informazione ed etica, ricercare modalità di connubio sostenibili e riflettere su possibili linee guida per la comunicazione in medicina e in sanità. 
L’evento di svolgerà sabato 6 novembre presso l’aula magna del  liceo classico e linguistico Muratori San Carlo dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
Visualizza programma e modalità di iscrizione on line.
Come previsto dalla normativa vigente per accedere all’evento sarà necessario esibire il green pass.

(- Evento formativo valido per il datore di lavoro  che deve  effettuare l'Aggiornamento RSPP DL secondo quanto stabilito dal comma 3 dell'art. 34 del D.Lgs. 81/08 e dall'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011.
- Evento formativo valido per il Dossier formativo 2020-2022 attivato dalla FNOMCeO per l’area obiettivi di processo.

leggi

 

Covid 19

Certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19

Si ritiene opportuno ricordare che in data 04/08/2021 è stata pubblicata la  circolare ministeriale 35309 “Certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19” e la successiva nota regionale prontamente diffusa con la newsletter del 6 agosto u.s.
Si ricorda che la certificazione in oggetto può essere redatta esclusivamente dai medici in possesso dei requisiti: medico vaccinatore, medico operante nei centri vaccinali aziendali, medico di medicina generale o pediatra di libera scelta che abbiano aderito al piano vaccinale regionale.
La validità della certificazione in termini procedurali è rappresentata non solamente dai contenuti (all. 4) ma nella fattispecie è strettamente correlata alla corretta modalità dell’invio e deve essere redatta sulla modulistica allegata alla nota regionale (all. 3).
Si invitano i colleghi a rispettare indicazioni e modalità di invio al fine della validità di tali certificazioni.
 
Il presidente
Carlo Curatola
 
Il segretario
Letizia Angeli

leggi

 

PEC

In partenza le diffide e le successive sospensioni dagli albi

Caro Collega,
come saprai, il DL 16 luglio 2020 n. 76 “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale” (cd. Decreto Semplificazione), pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 luglio 2020 all’art. 37 comma 7 bis prevede la sanzione (ope legis) della SOSPENSIONE DALL’ALBO per i professionisti che non comunicano la propria PEC (ora domicilio digitale) all’Ordine di appartenenza.
L’Ordine, ha nei mesi scorsi promosso numerosi solleciti effettuati tramite sito, newsletter, Bollettino, mail personalizzate indirizzate agli iscritti non in regola, i nostri uffici hanno contattato telefonicamente tutti i colleghi dei quali era disponibile un recapito telefonico,  ma nonostante i nostri sforzi mancano ancora all’appello un considerevole numero di PEC. L’Ordine ha l’obbligo di legge, pena il commissariamento, di diffidare gli Iscritti che ancora non avessero attivato o comunicato la propria PEC procedendo poi dopo 30 giorni alla sospensione. Abbiamo prorogato il più possibile l’invio delle diffide, ma ora dobbiamo procedere. 
Se non hai ancora attivato un indirizzo PEC ti invito a farlo quanto prima.
L’Ordine di Modena mette a disposizione dei propri iscritti una convezione con Aruba disponibile sul sito alla sezione Comunicazioni. (La convenzione Aruba PEC/Ordine prevede un costo triennale di € 4,40 + IVA successivamente rinnovabile).
In caso di attivazione con questa procedura l’indirizzo PEC verrà depositato all’Ordine direttamente da Aruba.
- Se hai già attivato una casella certificata ma non l’hai ancora comunicata all’Ordine ti sollecito a farlo quanto prima mandando una PEC all’indirizzo ordine.mo@pec.omceo.it
Sono certo che comprenderai correttamente la mia premura nel sollecitare la tua attenzione su un’inadempienza che dovrà essere sanata “quam celerrime posset” per evitare spiacevoli sanzioni disciplinari imposte dalla legge.

Carlo Curatola

leggi

 

ENPAM

ESONERO CONTRIBUTI ENPAM entro il 31.10.2021

A  causa della pandemia lo Stato riconosce un esonero contributivo previdenziale anche ai medici e odontoiatri per i contributi  2021(quota A 2021 e quota B 2021-redditi professionali 2020), fino a un massimo di 3.000 euro che sarà applicato da ENPAM e che potrà essere richiesto, qualora in possesso dei requisiti, entro il 31.10.2021 direttamente dall’area riservata ENPAM.

La misura è riservata a liberi professionisti, pensionati che hanno ricevuto incarichi per l’emergenza Covid-19 e neoiscritti.

In particolare possono richiedere l’esonero contributivo:

·         Medici e odontoiatri ATTIVI, che abbiano percepito nel 2019 un reddito professionale non superiore a 50mila euro e abbiano subìto un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 di almeno un terzo rispetto al 2019. I richiedenti non devono essere titolari, nel 2021, di un contratto di lavoro subordinato o di pensione diretta ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità.

·         I neoiscritti (medici e odontoiatri iscritti nel corso del 2020) non titolari per il periodo di esonero di un contratto di lavoro subordinato o di pensione diretta ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità.

·         Medici e odontoiatri in pensione che sono stati titolari di incarichi di lavoro autonomo o di collaborazione coordinata e continuativa conferiti nel 2020 per l’emergenza Covid (ai sensi dell’art. 2bis c.5 del decreto “Cura Italia” DL 17/3/2020 n.18)

Per potere fare la domanda tutte le categorie dovranno essere in regola con i versamenti contributivi.

leggi

 

OBBLIGO VACCINALE E SOSPENSIONE DALL’ESERCIZIO PROFESSIONALE

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA PROCEDURA

Si ritiene opportuna la condivisione del recente parere ministeriale (nota del Ministero della Salute n.47627 del 22 settembre 2021) che ha ribadito che “l'attività dell'Ordine consiste in un mero onere informativo, ovverosia nella comunicazione all'interessato, previa presa d'atto da parte dell'Ordine medesimo e senza alcuna valutazione di merito, della sospensione derivante ex lege dall'atto di accertamento dell’Asl, riportando l'annotazione relativa nell'albo, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali”.
Di eventuali errori nella valutazione del proprio status vaccinale, quindi, (ad esempio soggetto già vaccinato, soggetto esentato dalla vaccinazione nei termini di legge, …) il professionista deve dare pronta comunicazione all’ASL, non potendo l’Ordine esercitare alcun potere valutativo successivamente all’adozione del provvedimento sospensivo da parte dell’ASL.

In caso di rilevazione di incongruenze gli uffici dell’Ordine sono a vostra disposizione.

leggi

 

FNOMCeO

Covid o malanni di stagione? Arriva il corso on line che aiuta nella diagnosi differenziale. Riservato ai medici, erogherà 21,6 crediti ECM

Come distinguere il Covid dall’influenza? O da un’infezione batterica delle alte vie respiratorie?
Con l’autunno tornano i malanni di stagione, che possono presentare gli stessi sintomi del Covid: distinguerli diventa quindi cruciale. E questo sia per limitare la diffusione del Sars-CoV-2, sia per prescrivere in maniera appropriata gli antibiotici, tenendo sotto controllo il fenomeno della antimicrobicoresistenza.
È dedicato proprio alla “Gestione delle infezioni delle vie respiratorie superiori in Medicina Generale in epoca COVID-19” il nuovo corso di formazione a distanza della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (FNOMCeO), realizzato con il contributo del progetto Ampio Spettro -collaborazione scientifica tra l’Istituto Superiore di Sanità e l’Università di Cagliari. Gratuito come tutti i corsi offerti dalla FNOMCeO, è  accreditato per i medici, erogando 21,6 crediti ECM.
Il corso (ID 335636) sarà fruibile online dal 16 ottobre 2021 al 15 ottobre 2022.

leggi