Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena

navigation Chiama

Newsletter n. 25 - 21 maggio 2021

 

Vaccini

DECRETO-LEGGE 18 maggio 2021, n. 65 - il «green pass» valido per 9 mesi

Cari colleghi
Arrivano finalmente le risposte tanto attese ai numerosi quesiti che mi avete posto nelle ultime settimane in merito al comportamento da assumere rispetto allo stato vaccinale dei medici e degli odontoiatri
…E sono buone notizie.
Carlo Curatola
 

La «certificazione verde Covid-19» ha validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale. È quanto prevede il testo finale del nuovo decreto legge Covid, firmato martedì sera dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il decreto legge impartisce indicazioni su coprifuoco, commercio, ristorazione, palestre e altre attività. All’articolo 14 si parla del «green pass».
“Questa decisione si allinea a quelle che sono, ad oggi, le evidenze scientifiche sull’immunità, sia quella naturale sia quella che si ottiene con il vaccino – spiega Anelli -. Consente una migliore organizzazione, perché abbiamo più tempo per programmare i richiami nel personale sanitario, che, giustamente, ha avuto la priorità nella vaccinazione, senza mettere in crisi il Servizio Sanitario Nazionale. Nel frattempo, la scienza potrà accumulare maggiori dati per definire la durata della copertura”.  

Art. 14 
Disposizioni in materia di rilascio e validità delle certificazioni verdi COVID-19 
1.  La  certificazione  verde   COVID-19,   rilasciata   ai   sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, ha validità di  nove  mesi  dalla  data  del  completamento  del  ciclo
vaccinale. 
2. La certificazione verde COVID-19 di cui all'articolo 9, comma 3, del decreto-legge n. 52 del 2021 è rilasciata anche  contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino  alla  data prevista per il completamento del ciclo vaccinale. 

leggi

 

ISDE - Associazione medici per l'ambiente

L’Ambiente, un importante e necessario impegno per i Medici di Modena

In data 10 maggio, il Presidente dell’Ordine dei medici di Modena ha incontrato il presidente della Sezione di Int’l Soc. Doctors for the Environment (ISDE) di Modena, Dott. Paolo Lauriola e la Prof.ssa Anna Iannone di UNIMORE e componente del Consiglio Direttivo ISDE Modena, con delega alla formazione.
E’ stata l’occasione per ascoltare e valutare gli obiettivi  e la missione  su cui ISDE Modena è impegnata.
In particolare ci si è soffermati sulla positiva esperienza dei Martedi di Ambiente e Salute, che ISDE Modena ha realizzato con la molto efficace collaborazione di UNIMORE, malgrado le sfavorevoli condizioni create dalla epidemia COVID-19.
Si è concordato che le prossime iniziative di formazione e comunicazione che ISDE Modena ha in corso di definizione, verranno presentate all’attenzione dell’OMCeO di Modena che valuterà l’estensione del patrocinio in sede di Consiglio. 
Tutto questo perché si è convenuto che un maggior coinvolgimento dei medici di famiglia, ospedalieri e della prevenzione, potrebbe essere cruciale per una più consapevole sostenibilità del territorio ed equità  dei servizi socio-sanitari nella provincia di Modena. 
E per queste ragioni occorre mettere in campo le sensibilità,  l’entusiasmo, le competenze che vogliono collaborare senza  pregiudizi se non quello di fare qualche cosa di concreto e positivo secondo i dettami disciplinati dal Codice Deontologico.



 

leggi

 

Sistema Tessera Sanitaria

730: trasmissione dati spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria – adeguamento nuovo tracciato

Si ritiene opportuno divulgare la circolare della Federazione  in merito alle novità che entreranno in vigore dal 1° giugno p.v.
Si ricorda inoltre l’obbligo di pagare con strumenti tracciabili le spese sanitarie sostenute  per poter beneficiare della detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi (Legge 160 del 27 dicembre 2019 legge di Bilancio 2020).

leggi

 

Posta Elettronica Cartificata

Obbligo PEC: in arrivo le sanzioni

Continua la raccolta degli indirizzi PEC di medici e odontoiatri che ottemperano all'obbligo normativo secondo le indicazioni di seguito riportate.
 
Si segnala che, con l’entrata in vigore del Decreto Semplificazione (D.L. n. 76 del 16/07/2020 – pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 16/07/2020 – S.O. n.24), è rafforzato l’obbligo di attivazione della casella di Posta Elettronica Certificata (PEC), già previsto dalla Legge 2/2009, per tutti i professionisti iscritti agli Albi, con l’introduzione di sanzioni significative.
Nella fattispecie è fatto obbligo all’Ordine di procedere, previa diffida, alla sospensione dall’Albo per il professionista che non regolarizzerà la propria posizione e non comunicherà la propria PEC (la PEC depositata deve essere attiva, vi invitiamo a verificare).
Nel dettaglio, all’articolo 37, comma 1 lettera e) che tratta delle “Disposizioni per favorire l’utilizzo della posta elettronica certificata nei rapporti tra Amministrazione, imprese e professionisti” è riportato di seguito: “Il professionista che non comunica il proprio domicilio digitale all’albo o elenco di cui al comma 7 è obbligatoriamente soggetto a diffida ad adempiere, entro trenta giorni, da parte del Collegio o Ordine di appartenenza. In caso di mancata ottemperanza alla diffida, si commina la sanzione della sospensione dal relativo albo o elenco fino alla comunicazione dello stesso domicilio”.
Si invitano gli iscritti che non avessero ancora attivato o comunicato l'indirizzo PEC a provvedere quanto prima, inviando un messaggio di posta elettronica certificata all’indirizzo ordine.mo@pec.omceo.it  in quanto, in un immediato futuro, saremo costretti ad avviare le procedure previste dalla legge (diffida ad adempiere ed eventuali sanzioni). 
La comunicazione dovrà essere effettuata attraverso il proprio indirizzo PEC.
Si ricorda che la casella PEC è strettamente personale e deve essere riconducibile esclusivamente al titolare che l’ha registrata. Non è consentito utilizzare la PEC di familiari, altri soggetti o società, ai fini della comunicazione all’Ordine. A tal fine, si ricorda che sul sito è disponibile una convenzione stipulata con ARUBA PEC che permette di attivare un contratto triennale al costo di € 4.40 + IVA.
Prima di procedere alla comunicazione della PEC vi invitiamo a verificare se la stessa risulta già depositata accedendo al sistema INIPEC o alla vostra area riservata dal sito dell’Ordine
 

leggi

 

Terme della Salvarola

Riceviamo dalle Terme della Salvarola e pubblichiamo per informazione

La Direzione Sanitaria delle Terme della Salvarola, informa i colleghi che le terme, essendo presidio sanitario, sono aperte per le cure inalatorie, sordità rinogena , fangobalneoterapia e riabilitazione da lunedì al sabato, orario continuato.